La cattedrale del Se
1 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
La cattedrale del Se
Lisbona, Alfama, 2014
Lisbona
2 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Lisbona
Panoramica sul quartiere dell'Alfama - Almada (Lisbona) 2014
Praca Dom Pedro
3 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Praca Dom Pedro
Lisbona, Baxia, 2014
Igrea do Carmo
4 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Igrea do Carmo
L'Igrea do Carma al Barrio Alto - Lisbona 2014
Praca Fiugueira
5 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Praca Fiugueira
Lisbona, Baxia, 2014
Igrea do Sao Domingo
6 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Igrea do Sao Domingo
La chiesa di San Domenico rimase pesantemente distrutta durante il terremoro del 1755. A parte il rifacimento del tetto, gli interni non sono mai stati ristrutturati e le mura e le colonna evidenziano ancora i segni di quel tragico evento - Lisbona, Baxia, 2014
Terreiro di Paco
7 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Terreiro di Paco
Musicisti si esibiscono nella centralissima Praca do Commercio (Terreiro do Paco)- Lisbona, Baxia, 2014
Il Tejo
8 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Il Tejo
Il Tejo è il fiume di Lisbona che sembra il mare. I lisboeti vivono intensamente il loro fiume con lunghe passeggiate e momenti di relax - Lisbona, riva del Tejo, 2014
Pastelas di bachalau
9 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Pastelas di bachalau
Una specialità dello street food lisboeta - Lisbona, Baxia, 2014
L' Alfama
10 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
L' Alfama
Lisbona, Alfama, 2014
La calcada de Sao Vicente
11 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
La calcada de Sao Vicente
Una dell ripide salite del quartiere Alfama - Lisbona, 2014
La caso do fado San Miguel
12 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
La caso do fado San Miguel
Una fadista si esibisce nella casa do fado San Miguel - Lisbona, Alfama, 2014
Sguardi
13 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Sguardi
Lisbona, Alfama, 2014
Il giovane tranviere
14 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Il giovane tranviere
Un bambino si diverte a simulare la guida dell'Elevador da Gloria in Praca Restauradores - Lisbona, Baxia, 2014
Il Pantheon
15 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Il Pantheon
Veduta d'interno del Pantheon ove ci sono le tombe dei più illustri personaggi della storia e della cultura lisboeta - Lisbona, Alfama, 2014
L' Alfama by night
16 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
L' Alfama by night
Panorama notturno sull'Alfama da cui spicca la Igrea di Sao Vicente (a sinistra), patrono della città, e la cupola del Pantheon (a destra) - Lisbona, 2014
Castelo di Sao Jorge
17 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Castelo di Sao Jorge
Veduta panoramica sulla collina del Castello di San Giorno - Miraduro Nostra Senhora de la Graga - Alfama, Lisbona 2014
Parco Edoardo VII
18 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Parco Edoardo VII
Un immenso polmene verde a due passi dalla Baxia - Lisbona 2014
Rua Vinha
19 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Rua Vinha
Tipica stradina del Barrio Alto - Lisbona 2014
Lisbona by night
20 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Lisbona by night
Panorama nottura sulla città - Miraduro Nostra Senhora do Monte - Lisbona 2014
Monastero di Sao Jeronimo
21 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Monastero di Sao Jeronimo
Veduta panoramica del monaster di Sao Jeronimo - Belem - Lisbona 2014
Cortile interno al monastero di Sao Jeronimo
22 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Cortile interno al monastero di Sao Jeronimo
Belem, Lisbona 2014
La torre
23 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
La torre
La torre di Belem - Lisbona 2014
Monumento dei Combattenti
24 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Monumento dei Combattenti
Il monumento decato ai caduti nelle guerre d'oltremare - Belem, Lisbona 2014
Il monumento alle scoperte
25 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Il monumento alle scoperte
Belem, Lisbona 2014
Museo delle Carrozze
26 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Museo delle Carrozze
Belem, Lisbona 2014
Lungofiume
27 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Lungofiume
Belem, Lisbona 2014
Parco des Nacoes
28 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Parco des Nacoes
Lisbona 2014
Ponte 25 Abril
29 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Ponte 25 Abril
Il ponte Salazar rinominato dopo la rivoluzione dei garofani del 1974 - Lisbona 2014
Almada e il Cristo Rei
30 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Almada e il Cristo Rei
L'imponente statua del Redentore veglia su Lisbona - Almada 2014
Il Cristo Rei
31 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Il Cristo Rei
La statua, alta 110 metri, si erge sulla collina di Almanda, sulla riva opposta del Tejo, e vigila sulla capitale - Almanda 2014
32 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Palacio da Pena
33 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Palacio da Pena
Sintra - Lisbona 2014
Ruderi del Castello dei Mori
34 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Ruderi del Castello dei Mori
Sintra - Lisbona 2014
Residenza Quinta de Regaleira
35 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Residenza Quinta de Regaleira
Sintra - Lisbona 2014
Il pozzo iniziatico
36 / 36 prev / next pause play enlarge slideshow
Il pozzo iniziatico
Quinta di Regaleira - Sintra, Lisbona 2014

Saudade de Lisboa

""Sorge come una bella visione di sogno, stagliata contro un cielo azzurro e splendente che il sole allieta col suo oro. E le cupole, i monumenti, gli antichi castelli appena al di sopra di edifici, sono come lontani araldi di questo luogo delizioso.”” (cit. Ferdinando Pessoa)
Non ci sono parole più significative di quelle del grande poeta lisboeta per descrivere Lisbona, la meravigliosa e splendente capitale del Portogallo.
E' probabilmente la meta meno gettonata pur essendo la capitale europea con il maggior numero di beni e monumenti dichiarati patrimonio dell'UNESCO.
Un città solare cui corrisponde un popolo altrettanto ospitale, nonostante la sua proverbiale saudade.
Una nostalgia probabilmente derivante da una storia assai travagliata scandita dapprima dal tragico sisma del 1755 che ne ha quasi interamente distrutto le fondamenta, e dal recente periodo di dittatura del premier Salazar culminata nella rivoluzione dei Garofani del 25 aprile 1974.
Ho vissuto in quasi tutte le più note capitali europee, ma Lisbona è stata l’unica ad avermi lasciato nel cuore un pò di quella saudade.
E’ la città ideale per chi ama la vita all’ aria aperta, con i suoi immensi jardim e i lunghi camminamenti che percorrono gran parte della riva del Tejo, quell'immenso fiume che sembra un mare.
L' Avenida de Brasilia o il Parque das Nacoes sono i luoghi ideali per lunghe passeggiate, mentre il Parque Edoardo VII rappresenta un polmone verde per ritrovarsi in famiglia per un picnin.
La Baxia rappresenta quello che comunemente viene definito “centro storico”, il classico luogo per lo shopping di lusso pullulante di ristoranti con menù turistici e negozi di souvenir.
L' Alfama, con i suoi becos, le ripide calcade, le case variopinte e le numerose tascas e casas do fado ci trasporta nell'anima più popolare della città ove è facile perdersi tra un piatto di bacalahu a bras e la triste e cantilenante melodia del fado cui la città è indissolubilmente legata.
Basta provare a viverla con l’attenzione del viaggiatore piuttosto che con la superficialità del turista per imparare a riconoscere nelle voci dei fadisti e nelle note delle chitarre la sua identità più vera, con la sua tristezza intrinseca di chi ha vissuto e amato profondamente e intensamente, così tanto che alla fine quella nota triste in realtà rappresenta la felicità di aver vissuto e non l’ amarezza della fine.
Sulla collina opposta, il Barrio Alto ti avvolge con le sue stradine strette e colorate, tanto quiete di giorno quanto vivace al calar del sole.
A ovest della città, il moderno e tranquillo quartiere resideniale di Belem ti sconvolge con la bellezza dei suoi monumenti: la Torre di Belem, il Padrao des Descobrimentos e il maestoso Mosteiro dos Jeronimos, e per i profumi provenienti dall'Antigua Cafeteria de Belem, il tempio delle pasteis de nata.
Nella parte orientale, il Parque das Nacoes è la dimostrazione di come si possa riqualificare un' area appositamente creata per un evento, l'Expo del 1998, e renderla centro affaristico-commerciale e di svago con i suoi enormi palazzi di vetro e l'immenso centro commerciale Vasco de Gama.
Sulla riva opposta del Tejo si erge la collina di Almada col suo santuario del Cristo Rei la cui imponente statua sovrasta tutta la città.
A 20 km da Lisbona si trova l'incantevole borgo di Sintra, il cui centro storico e i sui principali monumenti - il Palacio Nacional, il Parco e Palacio da Pena, il Castelo dos Mouros e la Quinta Regaleira - sono interamente inseriti tra il patrimonio dell'UNESCO: una luogo da non mancare assolutamente.
In molti si sono interrogati su cosa sia la saudade, ma nessuno è stato in grado di definirla in maniera precisa se non col termine di “nostaglia”.
Se sia giusto o sbagliato non lo so, ma sono certo che quel senso di vuoto che ho avvertito quando ho lasciato questa signora elegante, con il suo carattere solare e accogliente, il suo clima ideale e i suoi sapori, e che mi assale ogni volta che ripenso quella esperienza riguardando queste fotografie ...beh, questa è la mia saudade de Lisboa.

loading