Classe 1969, nato in provincia di Salerno ove ha vissuto fino alla matura età conseguendo studi a indirizzo classico, si trasferisce in Toscana ove attualmente vive e lavora e ove, stimolato dal vasto patrimonio artistico e paesaggistico di cui la regione è dotata, ha sviluppato l'adolescenziale interesse per la fotografia.
Fotografo autodidatta di pluriennale esperienza, trae ispirazione dall' opera fotografica dei maestri del novecento e, in particolare, dai lavori e dalla filosofia di uno dei più grandi fotografi italiani del nostro tempo, Ferdinando Scianna.
Il suo approccio fotografico con la realtà è prevalentemente di tipo documentaristico e reportagistico, anche se - di tanto in tanto - non riesce a resistere alla poesia di un bel paesaggio.
Da attento testimone del proprio tempo, la macchina fotografica è parte integrante del suo bagaglio, pronta a cogliere quegli attimi della quotidianità che grazie alla fotografia assumono interesse e particolarità.
Amante delle tradizioni popolari italiane, da anni segue un progetto fotografico e antropologico a lungo termine finalizzato a documentare le feste religiose e le manifestazioni di folklore dell' ampio e variegato patrimonio immateriale della storia e della cultura del Bel Paese.
Un lungo - e per ora non terminato - viaggio attraverso il folklore, le usanze e le antiche tradizioni popolari fatto di tante tappe che ripercorrono l'intera penisola italiana, dalle solenni feste patronali del sud alle più folkloristiche rievocazioni storiche e cavalleresche del centro-nord Italia, con l’ambizioso fine di cogliere quei segni rivelatori della cultura e dell' identità di una comunità le cui origini risalgono sovente a epoche assai remote, e di individuare eventuali contaminazioni del progresso tecnologico e di globalizzazione della società contemporanea.
Il viaggio, appunto, è l' altra sua grande passione che lo porta spesso in giro per il mondo animato dalla curiosità di voler scoprire e, per quanto possibile, comprendere lo stile di vita, la storia e la cultura di altri popoli, aspetti che documenta attraverso reportages fotografici che poi racchiude in libri auto-prodotti e resi disponibili attraverso i canali di e-commerce Amazon e Blurb.
Trasmette la sua grande passione tenendo corsi di fotografia e presentando le sue opere presso varie associazioni fotografiche.
E' approdato al digitale nel 2009 ma non ha mai smesso di fotografare e sviluppare in maniera analogica, un retaggio culturale che influenza tuttora il suo modo di concepire e praticare la fotografia che, oltre a non essere smodatamente prolifica, è essenzialmente - ma non esclusivamente - monocromatica.

email

info@vincenzoianniciello.com

address

Firenze (IT)

social

my Blog me on Facebook

loading